*

Istituto di Bioscienze e Biorisorse

Consiglio Nazionale delle Ricerche

Sede dell’UOS/IBBR di Palermo

La Sezione di Palermo dell’IBBR (IBBR-PA) nasce nel 1970 come Centro di Studio per il Miglioramento Genetico degli Agrumi (CMGA), con obiettivi di ricerca focalizzati su diversi settori della genetica deiCitruse dei relativi. Divenuto nel 1999 Istituto di Ricerca per la Genetica degli Agrumi (IRGA), confluisce a seguito della riforma degli organi del CNR avvenuta nel 2001-2002, nell’Istituto di Genetica Vegetale (IGV) e, nel 2013, nell’Istituto di Bioscienze e Biorisorse (IBBR).

La sezione è fortemente radicata al territorio regionale, partecipando attivamente all’interno delle principali filiere agricole (e.g. agrumicola, vitivinicola e olivicola) al fianco delle aziende locali, per favorire il trasferimento tecnologico.

L’attività di ricerca della Sezione è attualmente impegnata nelle seguenti tematiche:

  • analisi dei genomi di specie coltivate e selvatiche per l’individuazione di geni associati a tratti di interesse;
  • utilizzo di tecnologia Next Generation Sequenging (NGS) e della bioinformatica per l’assemblaggio de novo di genomi e trascrittomi per l’individuazione di nuovi marcatori molecolari e per studi di espressione differenziale;
  • miglioramento genetico mediante tecniche tradizionali e biotecnologie innovative;
  • studio molecolare della senescenza e apoptosi;
  • caratterizzazione e conservazione della diversità genetica delle piante;
  • sviluppo e utilizzo di sensori geneticamente codificati per la quantificazione di metaboliti in vivo;
  • coltura di tessuti per il risanamento da virus e batteri attraverso l’applicazione dell’embriogenesi somatica;
  • analisi dello stato sanitario e sviluppo di metodiche innovative per la diagnosi in specie coltivate e selvatiche;
  • ottenimento di nuovi portinnesti, varietà e nuovi genotipi anche a scopo ornamentale di agrumi attraverso approcci convenzionali e l’impiego di biotecnologie;
  • analisi molecolare della risposta delle piante ai metalli pesanti;
  • studio del ruolo di specie reattive dell’ossigeno e dell’azoto (ROS e RNS) in fenomeni di stress biotici ed abiotici;
  • gestione delle banche di germoplasma di vite, olivo e Citrus spp.
 

Autore: Gabriele Bucci - Ultimo aggiornamento: Sep 14, 2017 (08:58)