*

Institute of Biosciences and Bioresources

National Research Council of Italy

Bando di selezione pubblica per titoli e colloquio, per il conferimento di n. 1 incarico di lavoro autonomo di collaborazione professionale, della durata di mesi 12 (dodici) da stipulare con professionisti

Per maggiori informazioni:

http://reclutamento.ict.uniba.it/bandi-di-lavoro/dipartimento-di-scienze-agro-....

AREA POLITICHE PER LO SVILUPPO RURALE PROGRAMMA SVILUPPO RURALE FEASR 2007-2013 Reg. (CE) 1698/2005 Asse II“Miglioramento dell’Ambiente e dello Spazio Rurale” Misura 214 “Pagamenti Agroambientali” “Azione 4 Sub azione a): Progetti integrati per la Biodiversità" — Progetto Recupero, caratterizzazione, salvaguardia e valorizzazione di leguminose e cereali da granella e foraggio in Puglia SaVeGraINPuglia
D.D. n. 118 del 20 maggio 2014 (da citare nella domanda) Affisso all’Albo Ufficiale del Dipartimento il 20/05/2014 Pubblicato sulla pagina WEB dell’Università degli Studi di Bari Sezione Concorsi il 20/05/2014
DIPARTIMENTO DI SCIENZE AGRO-AMBIENTALI E TERRITORIALI
DEPARTMENT OF AGRO-ENVIRONMENTAL AND TERRITORIAL SCIENCES

Bando di selezione pubblica per titoli e colloquio, per il conferimento di n. 1 incarico di lavoro autonomo di collaborazione professionale, della durata di mesi 12 (dodici) da stipulare con professionisti.

IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO

Visto lo Statuto dell’Università degli Studi di Bari, approvato con D.R. n. 7772 in data 22/10/1996; Visto il Regolamento Generale di Ateneo, approvato con D.R. n. 3346 del 20/04/2000; Visto il D.Lgs. 30/03/2001, n. 165, ed in particolare l’art. 7 così come modificato dall’art. 3, comma 76 della legge n. 244 del 24/12/2007 e successivamente dall’art. 46 comma 1 della legge n. 133 del 6 agosto 2008; Visto il “Regolamento per il conferimento di incarichi individuali con contratti di lavoro autonomo, di natura occasionale o coordinata e continuativa” dell’Università degli Studi di Bari, emanato con D.R. n. 1653 del 05/03/2010; Considerato che in consonanza con le più significative innovazioni normative che hanno investito l’Università, vi è quella di ridurre le inefficienze a tutti i livelli; Considerato che diventa fondamentale per il raggiungimento degli obiettivi e dei progetti specifici e determinati della didattica e della ricerca il ricorso a rapporti di collaborazione occasionale o coordinata e continuativa; Considerato che il Dipartimento di Scienze agro-ambientali e Territoriali conduce un programma di ricerca denominato “Recupero, caratterizzazione, salvaguardia e valorizzazione di leguminose e cereali da granella e foraggio in Puglia - SaVeGraINPuglia", finanziato con fondi “Regione Puglia”, di cui è Responsabile Scientifico il Prof. Giuseppe De Mastro;
Considerato che questo Dipartimento risulta carente di risorse umane a cui affidare compiti complementari o strumentali rispetto all’attività di ricerca scientifica ed al miglioramento della didattica;
Ritenuto pertanto di poter far fronte al particolare momento di attività che coinvolge questo Dipartimento con uno specifico programma di reclutamento di unità di personale con cui stipulare contratti di collaborazione di natura occasionale o coordinata e continuativa, secondo le modalità previste dal sopra citato regolamento e previo accertamento con indagine conoscitiva pubblicata il 05/05/2014 sul sito WEB di questa Università http://reclutamento.ict.uniba.it/bandi-di-lavoro, del- l’assenza, all’interno dell’Università di Bari, di figure professionali idonee allo svolgimento delle prestazioni che saranno oggetto dell’incarico o dell’impossibilità oggettiva di utilizzare le risorse umane disponibili per gravi carenze di organico;
Ritenuto di dover procedere all’emanazione di un avviso pubblico per poter pervenire alla stipula di un contratto di collaborazione professionale così come previsto dagli artt. 3, 4, 5 e 6 del Regolamento di cui al D.R. n. 8892 del 25 giugno 2008, previa valutazione comparativa delle istanze pervenute;
Vista la deliberazione della Giunta di Dipartimento del 23/04/2014

D E C R E T A
Art. 1
Contratti di collaborazione
In ottemperanza a quanto previsto dal D.Lgs. 30/03/2001, n. 165, ed in particolare l’art. 7 così come modificato dall’art. 3, comma 76 della legge n. 244 del 24/12/2007 e successivamente dall’art. 46 comma 1 della legge n. 133 del 6 agosto 2008, è indetta una procedura selettiva per la stipula di un contratto di lavoro autonomo di collaborazione professionale - profilo professionale: - laureato nelle classi: LM 07, 60, 69 e 73 o equipollenti o Vecchio ordinamento - nell’ambito del progetto di ricerca finanziato con fondi “Regione Puglia” dal titolo: “Recupero, caratterizzazione, salvaguardia e valorizzazione di leguminose e cereali da granella e foraggio in Puglia - SaVeGraINPuglia".
La spesa necessaria al finanziamento del contratto graverà interamente sui fondi di cui al succitato progetto, il cui responsabile scientifico è il Prof. Giuseppe De Mastro.
L’attività costituente oggetto della collaborazione sarà:
- Applicazione di biotecnologie per la conservazione del germoplasma mediante coltura in vitro di tessuti per crescita minima
- Applicazione di biotecnologie per la conservazione del germoplasma mediante crioconservazione

Art. 2
Durata e modalità di espletamento della collaborazione
Il rapporto di collaborazione ha la durata di mesi 12 (dodici).
Il contratto non potrà essere rinnovato. Il contratto potrà essere prorogato solo per motivate esigenze di ricerca, senza alcun ulteriore aggravio di costi.
La prestazione di cui all’art. 1 verrà svolta in autonomia, anche di mezzi, da parte del prestatore. Esso è comunque tenuto a svolgere la propria attività con la dovuta diligenza, tenendo conto delle indicazioni di massima impartitegli dal committente che non potrà esercitare nei confronti del prestatore alcun potere gerarchico e/o disciplinare.
Il prestatore riferirà dell’attività e rivolgerà ogni richiesta o proposta relativa alla stessa direttamente al Prof. Giuseppe De Mastro, suo referente.
Art. 3
Efficacia
L’ efficacia del presente contratto è sospesa fino all’esito del controllo preventivo di legittimità della Corte dei Conti, ai sensi dell’art. 3 c. lett. F bis della L. 14.01.1994, n. 20.
Nel caso in cui la Corte ricusi il visto e la conseguente registrazione del presente contratto e/o degli atti presupposti e precedenti, il contratto si risolverà con effetto retroattivo dalla data di sottoscrizione. Nulla sarà dovuto al contraente.
Nel caso in cui la Corte ammetta al visto e alla conseguente registrazione il presente contratto, lo stesso acquisterà efficacia dal giorno successivo alla comunicazione al prestatore dell’esito della procedura ovvero decorsi inutilmente i termini di cui all’art. 27 della legge 24.11.2000, n. 340.
Art. 4
Compenso complessivo
Il compenso onnicomprensivo lordo commisurato all’intera durata del contratto per il profilo professionale: - laureato nelle classi: LM 07, 60,
69 e 73 o equipollenti o Vecchio ordinamento - è determinato nella misura sotto indicata, ritenuta congrua in relazione alla prestazione richiesta:
Euro 25.000.00 (venticinquemila/00) + IVA.
Il collaboratore dovrà rilasciare obbligatoriamente apposita dichiarazione relativa al limite retributivo stabilito dall’art. 3, comma 44 della legge 244 del 24/12/2007.
Il pagamento del corrispettivo, dietro presentazione di regolari fatture, avverrà in due soluzioni:
- un acconto alla stipula del contratto pari al 50% del corrispettivo;
- saldo finale.
Per il saldo, al termine del contratto, il collaboratore dovrà allegare una dichiarazione del Responsabile Scientifico, di perfetta e completa esecuzione del lavoro.
Al prestatore non spetterà alcuna indennità al termine dell’incarico.
Art. 5
Trattamento fiscale, previdenziale e assicurativo
Al contratto si applicano le disposizioni vigenti in materia fiscale, previdenziale e assicurativa.
Art. 6
Requisiti di ammissione
Possono partecipare alla selezione pubblica, indetta per il conferimento del
contratto di cui al presente bando, i candidati in possesso dei seguenti requisiti:
1. cittadinanza italiana, di uno degli Stati membri dell’Unione Europea o di uno degli Stati Extra-Europei;
2. di non aver riportato condanne penali;
3. godimento dei diritti civili e politici;
4. idoneità fisica alla collaborazione. Il Dipartimento di Scienze Agro-Ambientali e Territoriali, ha la facoltà di sottoporre a visita medica di controllo il vincitore della procedura selettiva, in base alla normativa vigente;
5. titolo di studio: Laurea LM 07, 60, 69 e 73 o equipollenti o Vecchio ordinamento
6. di non ricoprire altro incarico di lavoro autonomo presso l’Università degli Studi di Bari Aldo Moro.

I cittadini degli Stati membri dell’Unione Europea e degli Stati Extra-Europei devono possedere i seguenti requisiti:
a. godimento dei diritti civili e politici dello Stato di appartenenza o di provenienza;
b. essere in possesso, ad eccezione della cittadinanza italiana, di tutti gli altri requisiti previsti per i cittadini della Repubblica italiana;
c. adeguata conoscenza della lingua italiana. I requisiti prescritti devono essere posseduti alla data di scadenza del termine per la presentazione delle domande di partecipazione.
Per i concorrenti in possesso di titoli di studio conseguiti all’estero e dichiarati equipollenti ai corrispondenti titoli italiani, l’equipollenza dovrà sussistere in data non successiva alla scadenza stabilita per la presentazione della domanda.
I concorrenti sono ammessi con riserva alla procedura selettiva.
L’Amministrazione del Dipartimento potrà disporre in ogni momento, con decreto motivato del Direttore, l’esclusione per difetto dei requisiti prescritti.
Art. 7
Domanda e termine
La domanda di ammissione alla selezione, redatta in carta semplice secondo l’allegato A al presente bando e corredata dalla documentazione di cui al successivo art. 8 e del curriculum della propria attività scientifica e professionale, deve essere indirizzata al Direttore del Dipartimento di Scienze Agro-ambientali e Territoriali, Facoltà di Agraria, Via Amendola, n. 165/A, 70126 - Bari - e dovrà essere chiusa in busta su cui siano indicati chiaramente, oltre il destinatario, nome e cognome, indirizzo del candidato e riferimento al presente bando con indicazione del numero del decreto.
Essa va presentata direttamente alla Segreteria del Dipartimento di Scienze Agro-ambientali e Territoriali, dell’Università degli Studi di Bari o inviata a mezzo raccomandata A/R entro e non oltre le ore 12.00 del decimo giorno successivo a quello di affissione dell’avviso di selezione all’albo ufficiale del Dipartimento, nonché di pubblicazione sul sito http://reclutamento.ict.uniba.it/bandi-di-lavoro/ .
A tal fine farà fede la data del timbro di arrivo del protocollo del Dipartimento di Scienze Agro-ambientali e Territoriali. Nel caso il termine di scadenza coincida con un giorno festivo esso sarà prorogato alle ore 12.00 del primo giorno lavorativo successivo.
Inoltre, la domanda potrà essere presentata direttamente entro il termine di scadenza del bando, nei giorni lavorativi dal lunedì al venerdì dalle ore 10.00 alle ore 12.00, anche alla:
- Segreteria di Direzione del Dipartimento di Scienze Agro-ambientali e Territoriali - Campus - Via Amendola 165/a - Bari ((rif.to Sig.ra Costanzo Domenica).

Infine, la domanda potrà essere presentata, ai sensi del D.lgs. 28/12/2000 n. 445, per via telematica a direttore.disaat@pec.uniba.it se sottoscritta mediante firma digitale.
Per qualunque chiarimento si prega di contattare la Sig.ra Lisa Verroca al num. 080/5443072.
Non saranno prese in considerazione le domande che perverranno al Dipartimento oltre il termine indicato, anche se inoltrate entro il termine.
Gli aspiranti dovranno specificare nella domanda di ammissione alla selezione il contratto per il quale intendono partecipare, indicando specificamente il relativo profilo professionale.
La domanda, a pena di esclusione, dovrà essere firmata dall’interessato.
Ai sensi dell’art. 39 - comma 1 - del D.P.R. 445/00, la sottoscrizione dell’istanza non è soggetta ad autenticazione, ma all’istanza dovrà essere allegata, a pena di esclusione, copia fotostatica di un valido documento di identità del sottoscrittore.
Nella domanda i candidati dovranno dichiarare, sotto la propria responsabilità, a pena di esclusione dalla procedura selettiva stessa:
a. cognome e nome;
b. data e luogo di nascita;
c. cittadinanza posseduta;
d. il Comune nelle cui liste elettorali sono iscritti ovvero i motivi della mancata iscrizione o della cancellazione dalle liste medesime. I cittadini degli Stati membri dell’Unione Europea e degli Stati Extra-Europei devono dichiarare di godere dei diritti civili e politici negli Stati di appartenenza o di provenienza, ovvero i motivi del mancato godimento;
e. di non avere riportato condanne penali e di non avere procedimenti penali pendenti. In caso contrario indicare le condanne riportate, la data di sentenza e l’Autorità Giudiziaria che l’ha emessa;
f. di essere in possesso del titolo di studio richiesto di cui all’art. 5 p. 5, con l’indicazione della data di conseguimento, dell’Università presso cui è stato conseguito nonché della votazione riportata. I cittadini stranieri dovranno dichiarare, altresì, di avere adeguata conoscenza della lingua italiana;
g. di prestare o non prestare servizio presso pubbliche amministrazioni;
h. di non ricoprire un posto di ruolo e di non usufruire di altri incarichi presso l’Università degli Studi di Bari Aldo Moro;
i. la residenza, nonché il domicilio o recapito, completo del codice di avviamento postale, al quale si desidera che siano trasmesse le comunicazioni relative al presente bando. Ogni eventuale cambiamento della propria residenza o del recapito indicato nella domanda di ammissione dovrà essere comunicato tempestivamente alla segreteria del Dipartimento di Scienze Agro-ambientali e Territoriali dell’Università degli Studi di Bari Aldo Moro.

Il Dipartimento di Scienze Agro-ambientali e Territoriali, dell’Università degli Studi di Bari non assume responsabilità per la dispersione di comunicazioni dipendente da inesatta indicazione del recapito da parte del concorrente oppure da mancata o tardiva comunicazione del cambiamento dell’indirizzo indicato nella domanda, né per eventuali disguidi postali o telegrafici o comunque imputabili a fatto di terzi, caso fortuito o forza maggiore.
Art. 8
Documentazione allegata alla domanda
Gli aspiranti devono allegare alla domanda anche in “fotocopia”:
a. un attestato del conseguimento del titolo richiesto di cui all’art. 6, punto 5.
b. curriculum vitae et studiorum sottoscritto dal candidato;
c. documenti e titoli riferibili alla documentata attività ed esperienza di cui all’art. 6, punto 6.
E’ possibile altresì produrre, in luogo del titolo una dichiarazione sostitutiva della normale certificazione ai sensi dell’art. 46 del D.P.R. 28/12/2000, n. 445, ovvero una dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà ai sensi dell’art. 47 dello stesso decreto. Le suddette autocertificazioni o dichiarazioni sostitutive di atto di notorietà, potranno essere redatte secondo gli allegati B e C. Al titolo redatto in lingua straniera andrà allegata, a richiesta, una traduzione in lingua italiana che deve essere certificata conforme al testo dalla competente rappresentanza diplomatica o consolare, ovvero da un traduttore ufficiale.
I titoli dei quali i candidati richiedono la valutazione devono essere prodotti entro il termine di scadenza stabilito per la presentazione delle domande e devono essere pertinenti all’oggetto della collaborazione.
Art. 9
Commissione esaminatrice
La valutazione sarà effettuata da una commissione nominata dal Direttore del Dipartimento e composta da:
- un docente responsabile dell’iniziativa del progetto con funzioni di Presidente;
- un docente o ricercatore esperti nelle tematiche oggetto del contratto;
- un docente o ricercatore o funzionario di categoria non inferiore alla “D”, esperti nelle tematiche oggetto del contratto;
- un funzionario di categoria non inferiore alla “C” con funzioni di Segretario.
I membri della commissione non possono essere componenti del Senato Accademico e del Consiglio di Amministrazione dell’Università degli Studi di Bari, non possono ricoprire cariche politiche o essere rappresentanti sindacali designati dalle Confederazioni ed OOSS o dalle associazioni professionali.
Al termine dei propri lavori, la commissione redigerà apposito verbale contenente i criteri di valutazione, i giudizi espressi su ciascun candidato e la graduatoria di merito.
La graduatoria di merito verrà utilizzata in caso di rinuncia del vincitore o di decadenza dal diritto al conferimento. Il contratto, in tal caso, verrà conferito al candidato che risulti collocato immediatamente dopo il vincitore.
Art. 10
Elementi di valutazione
Per la valutazione dei titoli, la Commissione esaminatrice dispone complessivamente di 50 punti così ripartiti:
Titolo di studio in ragione del voto di laurea:
Fino ad un massimo di 20 punti
-5 punto per il voto di laurea fino a 99/110
-10 punti per il voto di laurea da 100 a 105/110
-15 punti per il voto di laurea da 106 a 110/110
-20 punti per il voto di laurea di 110/110 e lode

altre esperienza lavorative nel settore di attività della prestazione professionale Fino ad un massimo di 7.5 punti
Ulteriori titoli accademici Fino ad un massimo di 7.5 punti
Pubblicazioni Fino ad un massimo di 7.5 punti
altri titoli inerenti alle attività oggetto della prestazione
Fino ad un massimo di 7.5 punti
La valutazione si intenderà superata se il candidato avrà riportato una votazione non inferiore a 35/50.
Art. 11
Approvazione della graduatoria e dichiarazione del vincitore
Al termine della procedura concorsuale il Direttore del Dipartimento con proprio provvedimento approverà gli atti della selezione e la relativa graduatoria di merito. La graduatoria di merito dei candidati sarà formata secondo l’ordine dei punti della votazione riportata da ciascun candidato nella valutazione del curriculum. In caso di parità di punteggio tra due o più candidati è preferito il candidato più giovane. In caso di ulteriore parità per anzianità, si procederà con sorteggio alla presenza degli interessati, all’uopo convocati. La graduatoria di merito verrà utilizzata in caso di rinuncia del vincitore o di decadenza dal diritto di conferimento. Il contratto, in tal caso, verrà conferito al candidato che risulti collocato immediatamente dopo il vincitore. Saranno chiamati vincitori, i candidati utilmente collocati nella graduatoria di merito.
Per garantire idonea pubblicità alla suddetta graduatoria, la stessa verrà affissa all’albo ufficiale del Dipartimento di Scienze Agro-ambientali e Territoriali, e pubblicata sul sito web http://reclutamento.ict.uniba.it/bandi-di-lavoro/, per un periodo non inferiore a giorni dieci.
Art. 12
Trattamento dei dati personali
I dati personali forniti dai candidati saranno trattati dal Dipartimento di Scienze Agro-Ambientali e Territoriali, dell’Università degli Studi di Bari a norma della legge n. 196/2003, e successive modificazioni e integrazioni, per le finalità di gestione delle procedure selettive di cui al presente bando.
Art. 13
Risoluzione del contratto
Il contratto può essere risolto in esecuzione di deliberazione del Consiglio di Dipartimento su segnalazione del Responsabile scientifico del progetto e sentito l’interessato, in caso di grave inadempienza agli obblighi contrattualmente assunti. Comporta, altresì, la risoluzione del contratto a tutti gli effetti, previo un termine di preavviso stabilito in 15 giorni, il completamento della realizzazione del progetto di ricerca ovvero l’interruzione dello stesso, per cause esterne al Dipartimento di Scienze Agro-ambientali e Territoriali.

Art. 14
Pubblicità
Il presente bando verrà pubblicato mediante affissione all’albo del Dipartimento di Scienze Agro-ambientali e Territoriali, dell’Università degli Studi di Bari, via Amendola, n.165/A - 70126 Bari - e sul sito Web http://reclutamento.ict.uniba.it/bandi-di-lavoro, per un periodo non inferiore a giorni dieci.
Art. 15
Norme finali e di rinvio
Per tutto quanto non previsto dal presente bando valgono le norme di legge e statutarie, oltre quanto stabilito nel Regolamento per l’Amministrazione, la Finanza e la Contabilità di questa Università.
Art. 16
Responsabile del Procedimento
Responsabile del procedimento è il Direttore del Dipartimento di Scienze Agro-ambientali e Territoriali, Prof. Ing. Giacomo Scarascia Mugnozza (tel. 080/5442966, fax 080/5442504, e-mail giacomo.scarasciamugnozza@uniba.it).
Bari, 20/05/2014
IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO
Prof. Ing. Giacomo Scarascia Mugnozza

 

by: Pasquale Cataldo - Last Updated: Jul 09, 2014 (17:18)