National Research Council of Italy

Institute of Biosciences and BioResources

DISBA logo CNR logo

Dissemination events

Dagli ambienti estremi le biotecnologie del futuro

24 - 30 Settembre 2018

Saluti dott.ssa Maria Ciaramella
Responsabile Istituto di Bioscienze e BioRisorse - SS Napoli

Introduzione all’evento
Dott. Giovanni del Monaco

  • Alle origini della vita: gli archeobatteri
    Dott.ssa Anna Valenti / dott.ssa Rosa Merlo
  • Gli archeobatteri quale fonte di biomolecole per biocarburanti
    Dott.ssa Beatrice Cobucci-Ponzano
  • Le proteine da archeobatteri: applicazioni nella moderna bio(nano)tecnologia
    Dott. Giuseppe Perugino
  • Produzione sostenibile di enzimi da organismi estremofili per applicazioni nell’industria cosmetica
    Dott.ssa Carmela Fusco / dott.ssa Bruna Agrillo
  • L’Antartide ed il suo mondo inesplorato
    Dott.ssa Daniela Giordano

Per il 2018 è stata organizzata la VI edizione dell’”European Biotech Week” (24 - 30 settembre 2018), evento volto alla promozione delle biotecnologie in diversi ambiti tecnico-scientifici, coordinato a livello nazionale da Assobiotec - Federchimica. Da qui è nata la proposta di partecipazione dell’Istituto di Bioscienze e BioRisorse - Sede Secondaria di Napoli, per il giorno 28 settembre 2018 all’evento suddetto.

L’attuazione di tale proposta si è, quindi, concretizzata attraverso l’organizzazione scientifica di un’iniziativa divulgativa, intitolata “Dagli ambienti estremi le biotecnologie del futuro”, finalizzata a diffondere conoscenze sulle possibili applicazioni biotecnologiche in ambito industriale, medico, agro-ambientale, della green economy di microrganismi (nonché molecole da loro isolate e caratterizzate) adattatisi nel corso dell’evoluzione a crescere a condizioni estreme di pH, temperatura, salinità.

L’evento ha visto la partecipazione di diverse ricercatrici e ricercatori dell’Istituto di Bioscienze e BioRisorse, che hanno realizzato una serie di seminari divulgativi rivolti a studentesse e studenti di classi quarta e quinta di scuole di istruzione secondaria superiore sulle succitate tematiche, attuali e a noi molto vicine.

RicerchiAMO : la scienza in azione - IV edizione

23 - 29 Settembre 2019

Saluti dott.ssa Gianna Palmieri
Responsabile Istituto di Bioscienze e BioRisorse - SS Napoli

Introduzione all’evento
Dott. Giovanni del Monaco

  • Segreti molecolari dal fondo degli oceani: genetica e genomica funzionale delle diatomee marine
    Dott.ssa Alessandra Rogato
  • Antartide: le biotecnologie marine in un mondo ancora inesplorato
    Dott.ssa Daniela Giordano
  • La scoperta di un sistema immunitario procariotico: CRISPR-Cas rivoluzione sia nel campo della conoscenza che della tecnologia del DNA editing
    Dott.ssa Mariarosaria De Falco
  • Small vesicles for big things
    Dott. Giuseppe Antonucci
    Dott. Christopher Stanly
    Dott. Ramesh Bokka

Le biotecnologie offrono mezzi per rispondere alle sfide del futuro nei più svariati campi che vanno dalla protezione dell’ambiente alla salute umana.

Per descrivere il contributo del lavoro nei nostri laboratori all’avanzamento delle biotecnologie, possiamo parafrasare la celebre frase di Neil Armstrong: un piccolo passo per un laboratorio, un enorme progresso per l’umanità.

I ricercatori dell’Istituto di Bioscienze e BioRisorse hanno così dato vita ad un evento di divulgazione scientifica, rivolto a studenti e insegnanti de scuole secondarie superiori, nell’ambito della European Biotech Week (EBW) , evento internazionale volto alla promozione delle biotecnologie in diversi ambiti tecnico-scientifici, coordinato a livello nazionale da Assobiotec - Federchimica.

Il mondo delle biotecnologie è stato così illustrato attraverso seminari interattivi, volti a creare curiosità e diffondere conoscenza scientifica.

FuturoRemoto 2018

Conservare, riprodurre, innovare: scienze, generazioni e valori - La scienza si ri-genera in laboratorio: unica origine, numerosi temi”

Organizzazione tecnico-scientifica dell’evento per IBBR:

Vogliamo esplorare, mostrare e dimostrare la ri-generazione delle scienze in laboratorio; partendo da un medesimo metodo di indagine scientifica, la scienza si è differenziata nei più svariati ambiti disciplinari, volti tutti alla generazione di nuova conoscenza per il miglioramento della qualità della vita.

Il progetto è rivolto soprattutto ad un audience non specialistico, come scolaresche e famiglie.

Per lo studio delle macromolecole biologiche coinvolte nello svolgimento di processi biologici fondamentali, come la meiosi, la fertilità o la risposta agli stress, utilizziamo semplici sistemi modello, per semplificarne la complessità.

Queste ricerche ri-generano conoscenza ma anche le biotecnologie. Quindi, la nostra attenzione è stata poi indirizzata alla ingegnerizzazione delle macromolecole biologiche per un loro utilizzo nel campo della green economy, della sensoristica e della nanotecnologia.

Ci proponiamo di descrivere le caratteristiche dei piccoli organismi modello da noi utilizzati, come ad es. i microrganismi e le cellule, Caenorhabditis elegans e Drosophila melanogaster, e di descrivere le tecniche di manipolazione e di osservazione anche con l’aiuto di vetrini con strutture anatomiche colorate con tecniche atte ad evidenziare le macromolecole. Proponiamo semplici attività con i sistemi modello nonchè piccole esperienze di laboratorio per l’estrazione e lo studio di DNA e proteine, e mostreremo immagini e filmati di microscopia.

FuturoRemoto 2019

Città della Scienza - 21-24 novembre 2019

ESSERE 4.0: evoluzione di cultura, scienza e tecnologie al servizio dell’uomo - scienze e tecnologie per la salute dell’uomo, la salvaguardia dell’ambiente e l’alimentazione

  • Sistemi-Modello: dott.ssa Adele Adamo, dott.ssa Alessandra Rogato
  • Sicurezza alimentare: dott.ssa Gianna Palmieri
  • Biotecnologia alimentare: dott.ssa Gabriella Pocsfalvi
  • Estremofili: dott.ssa Beatrice Cobucci-Ponzano, dott.ssa Daniela Giordano
  • Biocontrollo/Sistemi-Modello: dott.ssa Silvia Gigliotti
  • Allergeni: dott.ssa Maria Antonietta Ciardiello

Organizzazione scientifica: dott. Giovanni del Monaco

In occasione della realizzazione della 33° edizione dell’evento divulgativo “Futuro Remoto”, promosso ed organizzato dalla Fondazione IDIS - Città della Scienza con l’obiettivo di promuovere la diffusione al pubblico della cultura scientifica e tecnologica, tenutosi nei giorni 21 - 24 novembre 2019 presso la sede di Città della Scienza a Napoli, l’Istituto di Bioscienze e BioRisorse (IBBR) del CNR ha manifestato la volontà di partecipare all’evento, al fine di mostrare le proprie expertises e le linee di ricerca trattate dai gruppi di ricerca afferenti.

Numerosi gruppi di ricerca di IBBR di Napoli hanno dato il proprio contributo all’evento, mediante differenti modalità di esposizione e di coinvolgimento del pubblico (poster, video, dimostrazioni pratiche, roll -up).

FuturoRemoto 2020 - Evento Divulgativo

Pianeta CNR: le sfide della ricerca per un mondo che cambia
Estremofili, Nutraceutica/Sicurezza Alimentare, Biodiversità Marina: la biologia per la salute del pianeta

Organizzazione tecnico-scientifica dell’evento:

Gli agenti atmosferici, tra cui i raggi UV, i radicali liberi, gli inquinanti atmosferici, causano seri danni al DNA in tutti gli esseri viventi presenti sulla Terra. Questi però posseggono, a livello cellulare, meccanismi di riparazione tesi a correggere la mutazione, talvolta tramite rimozione fisica del tratto di DNA danneggiato. Negli organismi pluricellulari, tali meccanismi possono fallire e dar luogo a fenomeni di tumorigenesi, a cui contribuiscono anche sostanze citotossiche che possono indurre le cellule a fenomeni di morte cellulare programmata (apoptosi). In tale contesto si inseriscono gli organismi estremofili, che posseggono sistemi ancora più efficienti per contrastare i danni al DNA. Rappresentano inoltre una fonte alternativa di biomolecole impiegabili nella produzione di materiali ecosostenibili ed energie rinnovabili. La ricerca scientifica sta assumendo un ruolo sempre più centrale per lo sviluppo di nuove biomolecole. Sono numerose, ed in continua scoperta, biomolecole con attività antitumorale. Anche a livello di sicurezza alimentare sono numerosi gli sforzi compiuti per evitare la contaminazione degli alimenti e contrastare lo sviluppo dell’antibiotico‐resistenza nei microrganismi. Gli inquinanti atmosferici sono anche causa dei cambiamenti climatici, responsabili di seri danni in Antartide, con pesanti conseguenze sulla biodiversità marina. Le diatomee sono tra gli organismi più importanti degli ecosistemi oceanici, mostrando un’elevata capacità di adattamento e di sopravvivenza ai cambiamenti climatici. Conoscere e comprendere la loro biologia è importante, per la salute del pianeta e per la sopravvivenza dell’umanità. Il percorso didattico si svolgerà nel periodo 23‐25 novembre e sarà rivolto ad un pubblico di studenti di scuole superiori, attraverso moduli formativi che vedranno il loro diretto coinvolgimento, sia da remoto che in presenza.

  • La BIOtecnologia del DNA ricombinante: enzimi estremofili per la ricerca scientifica
    dott.ssa M. De Falco/ dott. G. del Monaco
  • Archaea ipertermofili: organismi estremi sulla Terra per la ricerca della vita nello spazio e lo sviluppo di applicazioni biotecnologiche innovative
    dott.ssa B. Cobucci-Ponzano/ dott. M. Di Fenza/ dott.ssa F. De Lise/ dott. N. Curci
  • L’Antartide: biodiversità marina e applicazioni biotecnologiche
    dott.ssa D. Giordano
  • Peptidi antimicrobici e sicurezza alimentare
    dott.ssa G. Palmieri/ dott.ssa B. Agrillo/ dott.ssa M. Gogliettino/ dott.ssa L. Gratino
  • Alla scoperta delle attività antitumorali di molecole naturali
    dott.ssa S. Crispi/ dott. F. Di Meo
  • Alla scoperta dei segreti molecolari degli oceani: le microalghe, polmone blu del pianeta Terra
    dott.ssa A. Rogato

Visita didattica: “La scuola va al CNR” - La scienza raccontata dai ricercatori

26 Marzo 2019 - Visita Formativa e di Orientamento degli alunni de:

  • Istituto di Istruzione Superiore “Giancarlo Siani“ - Napoli
  • Istituto di Istruzione Superiore “Caselli - De Sanctis “ - Napoli
  • Liceo Scientifico “Galileo Galiei “ - Napoli

Organizzazione tecnicno-scientifica dell’evento divulgativo:
Dott.ssa F. Anna Digilio (IRET)
Dott. Giovanni del Monaco (IBBR)
Dott.ssa Orsolina Petillo (IBBR)
Dott.ssa Rosarita Tatè (IGB)

L’iniziativa divulgativa «La scuola va al CNR» nasce con il fine di avvicinare gli studenti delle scuoel secondarie superiori alla ricerca scientifica, immergendoli per una giornata nella realtà e nella quotidianità del CNR.

In ogni evento, alcuni ricercatori, attraverso presentazioni frontali e dimostrazioni pratiche, mostrano ai ragazzi le caratteristiche che contraddistinguono il loro lavoro e le tematiche affrontate nell’attività di ricerca che svolgono ogni giorno.

L’evento «La scienza raccontata dai ricercatori» ha coinvolto tre istituti CNR: l’Istituto di Bioscienze e BioRisorse - Napoli (IBBR), l’Istituto di Genetica e Biofisica «Adriano Buzzati Traverso (IGB) e l’Istituto per la Ricerca sugli Ecosistemi Terrestri - Napoli (IRET), situati nell’Area di Ricerca Napoli 1 del CNR.

Durante questa giornata di divulgazione scientifica, i ricercatori hanno presentato le novità della ricerca in tre tematiche importanti ed attuali: le applicazioni biotecnologiche di biomolecole da organismi psicrofili dall’Antartide, lo studio genetico e molecolare delle emoglobinopatie, le potenzialità industriali di molecole isolate dalla canapa.

Visita didattica: “La scuola va al CNR” - I sistemi modello nella ricerca biologica

27 Aprile 2018

Istituto statale comprensivo “Nicolini - Di Giacomo” - Napoli

Organizzazione tecnico-scientifica:
Dott. Giovanni del Monaco (IBBR)
Dott.ssa F. Anna Digilio (IBBR)
Dott.ssa Rosarita Tatè (IGB)

L’iniziativa divulgativa «La scuola va al CNR» è finalizzata ad avvicinare gli studenti alla ricerca scientifica, immergendoli per una giornata nella realtà e nella quotidianità del CNR.

Ogni evento coinvolge ricercatori che, attraverso presentazioni frontali e dimostrazioni pratiche, mostrano ai ragazzi alcune peculiarità che contraddistinguono il loro lavoro e le tematiche affrontate nell’attività di ricerca che svolgono nel contesto dell’Istituto di Bioscienze e BioRisorse - Napoli.

L’evento «I sistemi modello nella ricerca biologica», nella fattispecie, ha evidenziato l’importanza dei sistemi-modello nella ricerca scientifica, come strumento per lo studio in vitro di pathway metabolici, fisiologici e/o patologici, alla base di numerosi processi cellulari.

Caenorhabditis elegans, Drosophila melanogaster, Arabidopsis thaliana, linee cellulari umane sono specie ampiamente impiegate dal punto di vista genetico, biochimico, biomolecolare, per la loro facilità di coltivazione in laboratorio, rapidità di crescita e, soprattutto, per l’elevata omologia con gli organismi superiori.

Studiare il piccolo per conoscere il grande.

Il CNR va a scuola

Incontro con le classi del Liceo Scientifico «N. Cortese» - Maddaloni (CE)
15-16-17 aprile 2019

Sono intervenuti:
dott. Giovanni del Monaco
dott. Giuseppe Perugino
dott.ssa Mariarosaria De Falco
dott.ssa Loredana Marcolongo

L’evento divulgativo «Il CNR va a scuola» nasce come opportunità per gli studenti di incontrare face to face i ricercatori del CNR, in questo caso rappresentato dall’Istituto di Bioscienze e BioRisorse, in un incontro informale ma ricco di spunti volti a far scoprire ai ragazzi l’importanza della ricerca scientifica, che il lavoro che i ricercatori del CNR svolgono quotidianamente non è estraneo alla realtà circostante, anzi vi è immerso.

Portare la ricerca a scuola, tra i banchi, serve ad avvicinare i ragazzi al mondo scientifico, facendo loro capire che la ricerca è di tutti, è per tutti.

In questi incontri sono stati affrontati alcuni argomenti scientifici attuali, ad esempio, la tecnologia del DNA ricombinante ed il sistema CRISPR-Cas, gli enzimi termofili e loro applicazioni biotecnologiche.

Protocollo di intesa n. 2441 del 27/03/2019

 
Istituto di Bioscienze e Biorisorse (IBBR/CNR)
Via G. Amendola 165/A, I-70126 Bari (Italy)
Copyright © 2012-2021. All Rights Reserved.